Passa ai contenuti principali

La Revolution, quello che i libri di scuola non ci hanno detto

TEMPO DI LETTURA: ⌚ 2m 05s


La revolution
La Revolution è una serie che rivisita un grande evento storico in chiave fantasy spacciandocelo come la verità che i libri di scuola non ci hanno mai voluto raccontare. L'inizio promette bene.

Ho un debole da sempre per le distopie, mentre i fantasy devono essere fatti davvero bene per piacermi, quindi nonostante io abbia appena terminato di vedere la prima puntata della nuova serie Netflix sulla rivoluzione francese la considero ancora in zona limbica.

Perchè è entrambe le cose ma l'inizio è stato cauto e non ha ancora sfoderato le carte dei due generi. Potrebbe essere leggendaria o ricadere nel più mediocre trash.

La Revolution racconta la rivoluzione francese da un nuovo punto di vista. È una sorta di ucronia inserita però in un contesto reale, quindi ce la pongono come la verità storica che non ci hanno voluto tramandare.


Dov'è la parte fantasy?

Nella prima puntata si intravede giusto un accenno, ma la sinossi della serie è già piuttosto esplicita. Praticamente il popolo si ribella ai nobili non tanto per la fame quanto più perchè questi sono degli zombie.

Mi rendo conto di quanto suoni trash sulla carta una cosa del genere, ma vi posso garantire che in realtà di scene cringe non ce n'è nemmeno l'ombra.


È ben curata nella scenografia e nei costumi e ha anche un buon ritmo, quindi per ora è promossa ma con la riserva di approfondire il lato fantasy, che come un Borghese qualsiasi, potrà confermare o ribaltare il risultato.
Voi l'avete già iniziata? Avete intenzione di farlo?
Fatemi sapere qui sotto cosa ne pensate.
  1. Leggendo tutto ciò certo che ho intenzione di vedere questa serie, fantasy, storia e zombie, trio fantastico :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In più è fatta piuttosto bene con delle chicche deliziose che congiungono la parte storica a quella fantasy sfruttando i simbolismi tradizionali riletti in una nuova chiave! Spero piaccia anche a te!

      Elimina
  2. Oddio, ma ancora non si stufano con gli zombi?
    Li odio, sempre di più, sin dal film di Romero praticamente.
    Se fosse stato altro, avrei anche detto "idea originale e carina". Ma no.
    E poi, con un pizzico di fantasia, ha già raccontato tutto Lady Oscar sull'argomento^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto anche io di non essere mai andata d'accordo con gli zombie. Non hai mai visto né letto alcunché che li riguardi.

      Elimina
    2. Anche io temevo per il peggio quando ho letto zombie ma invece sorprende inaspettatamente. Pensa che l'ho praticamente iniziato solo per massacrarlo invece mi sono ricreduta perchè ha delle chicche piuttosto carine e il comparto fantasy non è poi così massiccio o fastidioso.

      Elimina
  3. A me la Rivoluzione francese mette ansia solo a pensarci, per non ricordare Lady Oscar e Il tulipano nero (La stella della Senna).

    L'idea, in realtà, è interessante, ma per non risultare ridicola o trash devo averci lavorato molto perché, stando solo alla trama, la eviterei come la peste (o l'apocalisse zombie).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me rivoluzione francese è uguale a Lady Oscar e il suo tragico destino!
      Infatti ho iniziato questa serie sperando in qualcosa che sulla carta mi sembrava assurdo e trash, invece mi sono dovuta ricredere perchè il tutto è ben bilanciato sorprendentemente. Provare per credere! Il risultato non è affatto male!

      Elimina

Posta un commento