Passa ai contenuti principali

Sex Education e mappe mentali

TEMPO DI LETTURA: ⌚ 3m 15s

Sex Education Otis è il classico ragazzo timido, che passa inosservato, mentre Maeve è la tosta della scuola. Quando le loro strade si incrociano, per tutta una serie di loro specifiche peculiarità, decidono di aprire insieme un'attività extrascolastica: una clinica del sesso in cui psicoanalizzare gli atteggiamenti, i rapporti e le ansie degli adolescenti alle prese con variegate esperienze sessuali.

Ho appena finito la prima stagione di Sex Education e ancora non ho capito se mi piace o no. Mi avvarrò quindi di un sofisticatissimo mezzo per prendere una decisione: la mappa mentale di Aimee.

Aimee Sex Education

Innanzitutto mi piace il concept del telefilm, ossia vedere il sesso attraverso gli occhi degli adolescenti, di contro però trovo che potesse essere più innovativo e di controtendenza 10 anni fa, considerato che ogni serie tv adolescenziale ruota intorno a quello. Saranno gli ormoni della pubertà, ma in ogni teen drama che si rispetti se ne parla, si sperimenta sul campo e si affrontano gli eventuali problemi.

La musica mi fa impazzire, forse è il motivo capolista sotto la colonna dei "mi piace": si tratta di un bel mix tra anni '80, swing e musica contemporanea.

Ciò che mi rende un po' scettica è il cast. Non so perché ma a piacermi maggiormente sono i personaggi secondari piuttosto che i protagonisti. Otis e Maeve li trovo un po' caricaturizzati, rinchiusi in personaggi poco sfaccettati. Confido di una caratterizzazione lenta e progressiva per la prossima stagione.

A piacermi, invece, è stata la mamma di Otis, anche lei volutamente macchiettizzata, ma per il suo ruolo nel telefilm credo che sia stata una scelta azzeccata. Di contro, non riesco a guardarla e non pensarla come una parodia di Meryl Streep. Sarà il capello lattiscente e il cipiglio da donna in carriera, ma a me ricorda una Miranda Priestly più goffa e meno accigliata.

Jean Milburn - Miranda Priestly

Mi ha incuriosito molto anche la storyline di Eric, l'ho trovata interessante e meno banale del previsto. Solitamente il tema dell'omosessualità viene affrontato dal punto di vista critico dell'outing con i genitori, invece la piega narrativa in questo caso ha una meta diversa.

Ho trovato l'ingenuità di Otis rapportata ai temi che affronta molto ironica e sicuramente le risate sono un punto a favore della serie.

Tirando le somme non mi è affatto dispiaciuto questo telefilm, credo che guarderò volentieri anche la seconda stagione per vedere come si evolveranno i personaggi.

Voi state seguendo questa serie tv? Cosa ne pensate? Fatemelo sapere qua sotto!
  1. Io ho visto anche la seconda stagione, anzi l'attendevo con ansia perchè per me Sex Education è una delle serie più belle tra quelle di Netflix. Mi sono fatta un sacco di risate, i protagonisti mi piacciono, la colonna sonora - come dici anche tu - è fantastica... insomma, per i miei gusti è un gran bel lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho finito anche io la seconda ora e concordo con te! :)

      Elimina
  2. Me ne sta parlando un amico, e ho deciso di vederla.
    La Anderson, vero, ricorda un po' quel personaggio... magari è una cosa voluta, per caricare ancora di più :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è probabilissimo perché oltre a quella fisica c'è anche un grande somiglianza nella mimica.

      Elimina
  3. Ne parlano tutti così bene che di certo una possibilità gliela darò ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è molto carina come serie, dalle un'occhiata!

      Elimina
  4. La mia Sofàsophia! Che bello ritrovarti sul blog, e che bello vederti sui social! ^_^
    A me questa serie è piaciuta un sacco. L'ho trovata diversa, più vera (sarà perché inglese?), nonostante alcune cose siano chiaramente poco... comuni! Stiamo guardando adesso la seconda stagione e, wow! Vola! Non perderla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica! Sono stata contentissima di ritrovarti! Bravissima è proprio la sensazione di novità che mi piace, qualcosa di diverso dal solito insomma. Ho divorato anche io la seconda e non vedo l'ora esca la terza! :D

      Elimina

Posta un commento